giovedì 27 novembre 2008

In risposta a mr avventore del provocopuscolo del 27 novembre 2008 h. 16.57

ma i due assessori tutti internet e multimediali perchè non prendono posizione? perchè stanno tutto il giorno a leggere questi post ma non si pronunciano?
a già forse ci si rende conto quando la si è fatta grossa?

27 novembre 2008 16.57


gentile avventore dei blogger,
i post si leggono certamentente. Ma forse oltre a leggere i post, gli assessori che lavorano, gli attribuiscono l'importanza necessaria (e relativa), e stanno lavorando e facendo altro. Per quanto mi riguarda sto cercando di pianificare gli interventi culturali e giovanili: a) è molto complesso perchè la situazione non è stata mai coordinata (il mio è un giudizione tecnico e politico non sulla figura umana degli ex amministratori) b) sto scrivendo un progetto sui fondi PON sicurezza relativamente a cultura della legalità; c) sto predispondendo le linee di intervento per il Citizenship (progetto approvato); d) sto continuando a lavorare sui temi del gemellaggio e di altri gemellaggi; e) mi sto occupando del riutilizzo degli spazi utilizzabili e di una loro implementazione (in termini di servizi e accoglienza)....Il post di provocopuscolo che giudico ingenuo e facilmente strumentalizzabile (ed anche demagogico), per me lascia il tempo che trova. Mi stupisce però una questione: ho lasciato sul mio blog vari inviti di coinvolgimento per la società giovanile (e non ) marinese nei progetti approvati e nella definizione dei nuovi...NON HA RISPOSTO NESSUNO ( anzi solo uno)...ditemi e riflettete insieme a me: credete di essere partecipi discutendo di corbellerie su un blog o di rispondere attivamente alla richiesta di coinvolgimento? Nella mia storia personale non ho incontrato amministratori che coinvolgessero le persone e neanchè persone così coinvolte nel nulla. Non capisco i termini della questione; non comprendo che c'entri il consiglio con l'amministrazione; non comprendo che c'entri la scelta di rinunciare "solo" al 10% con la valutazione di una intera compagine amministrativa; non capisco perchè la partecipazione a commenti di questo tipo sia così gratuita e inefficace; quanto volontarismo e partecipazione in una discussione perditempo...

Cari concittadini, io non rinuncio al mio emolumento di assessore perchè mi serve almeno al rimborso delle mie spese personali (per svolgere il mio compito): non posso rinunciarvi perchè è veramente molto modesto il contributo statale (taglia e cuci, tasse prima e tasse seconda... si aggira a circa 300-400 euro mensili che mi inizieranno ad entrare in tasca forse apartire dal 2010). Se fosse una cifra esosa me la decurterei da me (i deputati regionali siciliani dovrebbero percepire qualcosa come 18.000-20.000 euro al mese; gli stipendi dei consiglieri della regione calabria ammontano a 8.500 euro al mese; non so di altri)...sono così avaro se non vi rinuncio? (a proposito la vecchia amministrazione alla fine ha rinunciato all'emolumento mensile, come declamava, o poi ha richiesto il pagamento? sarei curioso di saperlo!).

Io al mio emolumento non rinucio per niente. I funzionari e i dipendenti fannulloni si decurtano il proprio stipendio per il lavoro non svolto? anche quelli sono fondi pubblici...a quanto ammonta la somma destinata agli stipendi a cui non corrisponde un lavoro efficiente?

Dopo l'approvazione del citizenship, potrei starmene ben comodo: qualche altro ex assessore ad appena 15 giorni dall'insediamento è riuscito ad avere finanziato un progetto comunitario? Per me questo ha un valore in più: ho scelto la fonte finanziaria che non permette sprechi, lucri personalistici e clientelismo.

Allora quei miseri 300 euro mi servono. E' un modo, lo interpreto così, perchè si possa essere riconoscenti - simbolicamente- nei confronti di chi lavora.

Poi certamente possiamo discutere degli sprechi passati e presenti...ma nessuno che si lamenti dei servizi offerti! Di quanto ancora siamo lontani per il ritualismo del burocrate ad avere servizi efficienti! Nessuno che tenga presente quanto si sta facendo!!!Nessuno che si incuriosica relativamente agli sprechi fatti, ai beni scomparsi!!!

Che noiosi! Ed adesso, mi raccomando andateci dentro con le risposte, come al solito :"Lei assessore sempre a giudicare" (sic!); oppure altre corbellerie...State certi che sono diverso da voi, quello che faccio è fatto anche per voi, se riesco ad ottenere qualcosa è a vantaggio di tutti anche dei miei detrattori. E' un vero peccato che non si possa lavorare insieme. Vi immaginereste che successo?

Ma tutto questo, cinicamente, è assai normale. Ahimè

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Carmelo Butticè

Anonimo ha detto...

ma che significa sta risposta?

cartabaggiana ha detto...

posto un commento che ho già lasciato a piazz a marineo:

il web ha una sua netiquette, un suo galateo, fatto di principi taciti, ma che funzionano anche per i meno attenti e scrupolosi;

uno di questi è che chi lascia un commento 'sgradevole' risulta a sua volta sgradevole, e dunque si cestina da solo;

in rete la censura lascia, a maggior ragione, lascia il tempo che trova;


saluti

cartabaggiana
http://estatesammartino.splinder.com

piazzamarineo ha detto...

Questa è la mia risposta.

Sono perfettamente d’accordo con te: la censura lascia il tempo che trova… La rete è grande e, come il mare, riesce a digerire tutto, cose belle e cose sgradevoli, con o senza controllo. Questo è un fatto positivo e democratico.

Ma, come tu ben sai, io non amministro la rete, ma solo una minuscola spiaggia che si affaccia sul Mar Ineo. E se dico che per fare il bagno da questa spiaggia bisogna rispettare un minimo di regole (come mettersi il costume), non penso di offendere qualcuno. Da amministratore, cerco solo di mantenere lo spazio (che io gestisco e di cui sono responsabile)"decente".

So anche che il mio concetto di "decenza" o trasparenza può essere non condivisibile da tutti. E questo è uno dei motivi per cui esistono tanti lidi.

Nuccio Benanti

cartabaggiana ha detto...

in risposta al commento postato da Benanti:

i criteri di decenza sono cosa talmente personale che non vale la pena discuterne.

stessa cosa circa i criteri di gestione di un blog;

sembra, da come gestiamo i blog di entrambi, che tutto sommato io e te condividiamo la decenza disciplinata dai medesimi criteri;

il resto è questione di scelte;

per quanto mi riguarda, sarà la parola censura mi sta antipatica, sarà che tutti noi, palesemente o manifestamente, siamo comunque soggetti a critiche, però io la libertà a un individuo di dire la sua e conseguentemente riuscire a fare solenni figure di m... come è successo per molti anonimi nel blog di provocopuscolo non gliela voglio proprio negare;

sostanzialmente siamo d'accordo;

cartabaggiana
http://estatesammartino.splinder.com